Anomalie Bancarie

Eurokleis supporta i propri clienti nella gestione del rapporto con banche e istituzioni finanziarie affiancandolo e mettendo a sua disposizione una serie di servizi/modelli.

Eurokleis è specializzata soprattutto nei seguenti servizi:

  • calcolo di interessi legali, rivalutazioni monetarie e anatocismo bancario
  • elaborazione di piani di ammortamento (italiano, francese, tedesco)
  • valutazioni di nuda proprietà e usufrutto.

Sulla base della esperienza nel settore della consulenza e dei risultati della ricerca Eurokleis dispone di un portafoglio di metodologie e pacchetti applicativi orientati al supporto delle decisioni in diversi domini. Tra questi ricordiamo:

  • software di di valutazione del fondo TFR secondo il principio IAS 19
  • software di valutazione delle aziende e di credit scoring
  • software di calcolo dell’anatocismo bancario

omgL’art. 1283 c.c. stabilisce che in mancanza di usi contrari, gli interessi scaduti possono produrre interessi solo dal giorno della domanda giudiziale o per effetto di convenzione posteriore alla loro scadenza, e sempre che si tratti di interessi dovuti almeno per sei mesi. Ciò sta a significare che la pratica di molti istituti di credito di capitalizzare  trimestralmente le competenze “traveste” gli interessi e li fa diventare un capitale che in realtà la banca non ha mai prestato. Nel trimestre successivo, questo “capitale” costituito dagli interessi frutterà a sua volta altri interessi, e così via.

E’ da sottolineare che i meccanismi usati dagli istituti di credito per la moltiplicazione delle competenze sono due: l’anatocismo degli interessi e quello della commissione del massimo scoperto; sicché gli interessi moltiplicano, ad ogni trimestre, gli interessi e la commissione di massimo scoperto, mentre quest’ultima, sempre ad ogni trimestre, moltiplica se stessa e gli interessi. Le voci dell’incremento anatocistico sono dunque quattro e gli esiti, a medio-lungo termine, sul piano dei costi che il cliente deve sostenere, devastanti. Le sentenze dalla Cassazione e la delibera CICR del 9/2/2000, hanno sancito l’illegalità di questa pratica per cui, in molti casi, i clienti delle banche hanno la concreta possibilità di ottenere il rimborso di quanto indebitamente pagato previa la valutazione con il supporto di un esperto del costo-opportunità ad intraprendere l’azione legale.